Stipula un contratto

IL PROFESSIONISTA GIUSTO PUÒ FARE LA DIFFERENZA
Svolgiamo molteplici compiti legati all'amministrazione del personale: è nostro compito occuparci di tutti gli aspetti relativi all'elaborazione dei cedolini e dei criteri di retribuzione, della gestione delle attività contabili, assicurative ed assistenziali, oltreché della gestione dei rapporti di lavoro dei lavoratori con l'azienda e dell'azienda con le istituzioni pubbliche.
I servizi offerti dal nostro Studio vengono personalizzati sulla base delle specifiche esigenze della vostra Azienda, tramite i nostri software specifici destinati all'amministrazione del personale.

Alle scadenze da Voi comunicate, potrete scegliere di ricevere tutti i prospetti paga e i documenti legati all'elaborazione delle retribuzioni e dei conseguenti adempimenti in formato elettronico, via e-mail.

Da 30 anni ci occupiamo di Consulenza del Lavoro

Richiedi password

ATTIVITÀ DEL CONSULENTE DEL LAVORO 
Inquadramento dei dipendenti di un’azienda;

Adempimenti previdenziali e assicurativi;
Elaborazione paghe e contributi;
Funge da consulente nei contenziosi;
Funge da consulente in materia di lavoro;
Offre consulenza tecnica di ufficio o di parte;
Esercita funzioni in ambito delle segnalazioni di denuncia di attività di antiriciclaggio e finanziamento del terrorismo.







Leggi le ultime notizie
Decontribuzione Sud: le indicazioni per il 2021
La legge di bilancio 2021 ha esteso fino al 31 dicembre 2029 l’esonero contributivo introdotto dall’articolo 27, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 (Decreto Agosto).
La decontribuzione in trattazione trova applicazione per i rapporti di lavoro dipendente a condizione che la sede di lavoro (l’unità operativa presso cui sono denunciati in Uniemens i lavoratori) sia collocata in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
La percentuale di contribuzione datoriale sgravabile è pari:al 30% fino al 31 dicembre 2025; al 20% per gli anni 2026 e 2027; al 10% per gli anni 2028 e 2029.

In considerazione della natura di aiuti di Stato del provvedimento, la Commissione europea ha autorizzato la concessione dell’esonero in oggetto fino al 31 dicembre 2021.

CORONAVIRUS: misure di contenimento adottate da Regione Lombardia e dal Governo

In base all’Ordinanza del Ministro della Salute dell’11 giugno 2021, alla luce dei dati scientifici sull’epidemia e dell’andamento della campagna di vaccinazione, da lunedì 14 giugno la Lombardia è in “zona bianca”.

In base inoltre all’
Ordinanza regionale n. 779 dell'11 giugno vengono anticipate al 14 giugno 2021 le date di riapertura, rispetto a quelle previste dal decreto-legge n. 52/2021 e dal decreto-legge n. 65/2021, per le seguenti attività:

  • parchi tematici e di divertimento, anche temporanei (attività di spettacolo viaggiante, parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie);
  • piscine e centri natatori in impianti coperti;
  • centri benessere e termali;
  • feste private anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso;
  • attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, anche al chiuso;
  • fiere (comprese sagre e fiere locali), grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni;
  • eventi sportivi aperti al pubblico, diversi da quelli di cui all’articolo 5 del decreto-legge n. 52/2021, che si svolgono al chiuso;
  • sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò;
  • centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
  • corsi di formazione.
Per scoprire tutte le misure e i servizi attivati da Regione Lombardia per affrontare l’emergenza Coronavirus vai alla pagina dedicata.