Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.
 

Chi siamo

Studio Buccino

Da oltre 25 anni ci occupiamo di consulenza del lavoro.

I nostri clienti sono seguiti dalla costituzione alla gestione fino alla conclusione del rapporto di lavoro. La nostra missione consiste nel fornire il supporto operativo nel rispetto delle leggi vigenti. Per questo sappiamo sempre consigliare la migliore soluzione per affrontare le problematiche emerse.

Il rispetto delle regole, oltre che dei diritti delle parti interessate, ci permette di affermare con forza che sappiamo fare bene il nostro lavoro. Lo dimostrano i numerosi clienti che in tutti questi anni ci hanno affidato l’incarico di gestire il proprio personale.

Il nostro target di riferimento è costituito da micro, piccole, medie e grandi imprese. tuttavia non disdegnamo fattive collaborazioni con studi professionali, associazioni e CED per la produzione di tutta la documentazione necessaria durante lo svolgimento del rapporto di lavoro.

Essendo completamente cambiato lo scenario del rapporto di lavoro negli ultimi anni, siamo in grado di afrontare le tematiche più complesse anche in virtù dele mutate situazioni in quanto ci aggiorniamo costantemente sui nuovi scenari che si presentano.

Il nostro Team di esperti è in costante contatto con i nostri clienti per aggiornarli sulle mutate situazioni dello scenario legislativo e proporgli soluzioni adeguate ad ogni situazione perchè, per noi, il cliente è fonte di continua esperienza.

Il nostro staff è in continuo contatto con i clienti per informarli sulle ultime novità.

Contattaci per un consulto gratuito utilizzando il form dell’apposita sezione oppure scrivendo una mail

Le ultime novità

LA LEGGE DI STABILITA’ 2018
Le misure per l’occupazione approvate definitivamente: sgravio contributivo triennale del 50 % per i contratti a tempo indeterminato ai giovani ma decontribuzione totale al Sud.

Gli sgravi contributivi nelLa legge di stabilità approvata dal Parlamento subito prima di Natale e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29.12.2017, dedica un ampio spazio in materia di lavoro e previdenza . In particolare vengono introdotte o prorogate misure che riguardano da un lato gli incentivi all’occupazione a tempo indeterminato per i giovani e dall’altra le opportunità di anticipo della pensione.

Ricordiamo in breve le nuove norme di incentivo all’occupazione definitivamente approvate:

  • SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE del 50% per l’assunzione con contratto a tutele crescenti o per conversioni di contratti a termine di soggetti:
  • fino a 35 anni non compiuti nel 2018
  • fino a 30 anni non compiuti dal 2019 In entrambi i casi si deve trattare del primo contratto a tempo indeterminato per quel lavoratore
  • SGRAVIO CONTRIBUTIVO DEL 100% (tetto massimo 3000 euro) per:
  • i giovani fino a 29 anni assunti entro 6 mesi dal conseguimento del titolo di studio, se avevano svolto apprendistato o alternanza scuola lavoro presso la stessa azienda.
  • iscritti al programma europeo Garanzia Giovani

Se cessa il rapporto agevolato, il lavoratore può essere assunto da un’altra azienda che beneficerà dell’esonero contributivo per i mesi mancanti al compimento del triennio, anche oltre la soglia di età prevista.
Inoltre viene riconfermato lo SGRAVIO CONTRIBUTIVO per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionisti under 40 che si iscrivono alla previdenza agricola nel 2018 .